Veronica Chessa

Veronica Chessa nasce a Orbetello nel 1975.
Nel 1992 si diploma presso il Liceo Artistico di Grosseto, prosegue gli studi laureandosi
all’Accademia di belle Arti di Firenze (sezione pittura) con una tesi in Estetica dal titolo  “Nitrato d’Argento: il pubblico e il cinema”
Nel 2004 si trasferisce a Fano, dove attualmente vive e lavora.

Mostre
2017 giugno - Personale “Matrioska: gita al Bastione”, presso il Bastione Sangallo di Fano (PU) 
2017 aprile - Personale “Ermellino sintetico” a Villa Medici del Vascello, San Giovanni in Croce (CR)

 

Please reload

Mostra altro

2016 settembre - Collettiva “contemporaneo femminile” per la  rassegna “La città visibile” a cura di Marta Paolini e Claudia Gennari, Cassero Senese di Grosseto 2016 giugno - Collettiva “la matta bestialità” a cura di Roberta Vanali ed Efisio Carbone, presso lo Spazio (in)visibile, Cagliari2016 giugno - Personale “Ritorno a Milano” a cura di Rossosegnale, presso Milano Loft, Milano2016 gennaio - Personale “Petite Dame” a cura di Benilde Marini, palazzo Mochi Zamperoli, Cagli (PU) 2015 marzo - Personale “Ermellino sintetico story” alla Piscinacomunalespaziod’arteincopisteria, Milano2013 febbraio - Mostra personale presso l’Opera Buffa, a cura della rivista “il pesaro”, Pesaro2012 luglio - Collettiva d’arte contemporanea “Nuove Dinamiche” a cura di Giuseppe Bonito,Rocca Malatestiana di Fano 2011 maggio - Collettiva d’arte contemporanea “Non rompete le scatole” a cura di Adriano Pasquali,presso la b.arcontemporary di Seveso (Mi)2010 ottobre - Mostra dei finalisti del concorso “Premio d’Arte Internazionale l’Aperitivo Illustrato”dal titolo “La costante è il percorso - dal rinascimento all’arte contemporanea”, ex chiesaLa Maddalena, Pesaro2010 luglio - Collettiva d’arte contemporanea per il Moonlight festival Fano dal titolo “Un Quiet” a cura di Laura Baldini, ex chiesa San Michele, Fano (PU)2010 maggio - Collettiva d’arte contemporanea “F.A.M venti6” a cura di Sponge Artecontemporanea, presso la Fondazione Aristide Merloni di Ancona2009 dicembre - Doppia personale a cura di Sara Filippi, Sala del Teatro di Montemerano (GR) 2009 settembre - Doppia personale “Fabula Mirabilis” a cura di Simonetta Angelini, Palazzo Berardi Mochi Zamperoli, Cagli (PU)2008 luglio - Collettiva d’arte contemporanea “Aria e venti”, a cura di Fabio Bartolini e Sara Filippi Forte Mediceo, Bibbona (LI)2008 maggio - Personale d’arte contemporanea “Il Giardino di Veronica” presso la Galleria d’Arte Contemporanea Pu-rì di Mondolfo (PU)  2008 marzo - Collettiva d’arte contemporanea dal titolo “Uova d’artista”, a cura di Riccardo Avenali, Palazzo comunale, Tredozio (FC)2008 marzo - Collettiva d’arte presso la Gallerija Arka di Vilnius (Lituania)2007 dicembre - Collettiva d’illustrazione “Illustrissimi 2007”, nella sede del Palazzo del Capitano a Bagni di Romagna (RN)2007 dicembre - Selezionata al concorso internazionale “Illustrissimi” per la mostra d’illustrazione, Castello degli Agolanti di Riccione   2007 novembre - Collettiva d’arte “Magnifiche eccellenze del territorio scansanese”, Museo Archeologico di Scansano (GR) 2007 giugno - Collettiva d’illustrazione “Water Resistant” nei locali del Teatro del Trionfo di Cartoceto (PU)2006 maggio - Partecipa alla mostra d’arte collettiva “Primavera maremmana” a Grosseto, classificandosi seconda2006 aprile - Personale di pittura presso la Galleria Paride Pascucci di 

Testo critico

I  lavori di Veronica Chessa si distinguono per tematiche surrealiste rese in pittura con raffinata eleganza ed estrema accuratezza di particolari. La fiaba incantata è sussurrata attraverso presenze remote, proiezioni e particolari minuti, volti e oggetti misteriosi come simboli arcani o con l’ironia giocosa ed irriverente di chi alle favole forse non vuole credere. Sempre, però, con la meraviglia nello sguardo.
Le dame di Veronica Chessa rappresentano un transfert in cui l’artista ripropone il proprio momento ludico ed immaginario. I visi sono la spia, sono l’elemento che ci riporta alla realtà quando ci rendiamo conto che gli allungamenti e le deformazioni sono operate sull’autoritratto. L’artista si appropria del quadro (e quindi del gioco) non solo in quanto autore ma principalmente in quanto personaggio. La ricerca artistica di Veronica si compie principalmente attraverso la pittura e la grafica, che negli anni anziché volgere alla sottrazione, si arricchisce di particolari fino a rendere la minuzia descrittiva quasi maniacale. Gli ultimi lavori si avvalgono del collage digitale dove il mix tra mondo fotografato e segno pittorico completano l’immagine, rafforzandone l’accostamento alla sfera del surreale.

 

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon

©2018, Associazione Culturale 3B Gallery - C.F. 97860830583

Via della Balduina 105 - 00136 Roma | Italy
T. (+39) 06 310 74 353 | Cell. (+39) 339 4526583 | 3bgallery.arte@gmail.com